28.3 C
Matera
sabato, Luglio 2, 2022
spot_img
HomeNewsTakler, la sfida dell’innovazione nel mondo dell’automotive

Takler, la sfida dell’innovazione nel mondo dell’automotive

Takler nasce nel 2005 a Matera nella Zona Industriale Jesce, al confine tra la Puglia e la Basilicata su iniziativa del fondatore Lorenzo Lorusso. È un’azienda metalmeccanica di produzione e commercializzazione di accessori per veicoli industriali, figlia di un consolidato gruppo imprenditoriale affermatosi sui mercati internazionali dell’Automotive dal 1989. Nel 2008 inaugura la filiale tedesca per offrire un efficiente servizio logistico al nord Europa e nel 2017 supera i confini europei con una filiale negli Stati Uniti.

Oggi conta su un portafoglio di duemila clienti in tutto il mondo grazie al know-how e alla ricerca costante di nuovi mercati per i quali diventare partner con soluzioni decisive e affidabili. Lo stabilimento di produzione si estende per 15000 metri quadri su cui sorgono impianti interamente automatizzati, seguiti da un team di ricerca e sviluppo altamente qualificato e da operatori specializzati. Ricerca, progettazione, produzione, contatto con il cliente e assistenza: un’area per ogni esigenza, richiesta e processo produttivo. L’azienda si avvale di operatori specializzati, agenti commerciali periodicamente in viaggio per servire più di cento Paesi, risorse dedicate al customer care e all’assistenza post vendita.

Takler è una realtà attenta alla qualità dei materiali, alla cura dei dettagli nelle fasi di produzione, al fine di raggiungere nel pieno della funzionalità l’uso per cui ogni prodotto è stato concepito. Nel 2019 è stata ampliata la produzione con l’installazione di un impianto dedicato all’estrusione dell’alluminio. In questo modo l’Azienda è in grado di soddisfare una più ampia fetta di mercato offrendo una gamma di profili in alluminio, completamente personalizzabili, in particolare idonei all’applicazione nell’ambito del trasporto su ruota e dell’edilizia. L’impianto di estrusione è dotato di una pressa automatizzata e interconnessa da 2800 tonnellate e in grado di estrudere profili su misura fino a 415 mm.

La scelta lungimirante della lavorazione dell’alluminio ricade anche sulle sue proprietà chimiche e meccaniche: si tratta di un materiale leggero, robusto, durevole, ecologico e versatile, con prestazioni superiori rispetto a molti altri metalli. Questa straordinaria combinazione di proprietà lo rende un materiale sostenibile e riciclabile al 100%.

“L’azienda -afferma Lorenzo Lorusso- opera conformemente ai requisiti degli standard di sistema per la qualità, 9001/16949. Inoltre alcuni dei prodotti marchiati Takler sono omologati agli standard europei VCA, TUV e UTAC. L’obiettivo è rendere più sicuro e versatile il mondo dell’autotrasporto, pensando sempre a chi fa del viaggio il proprio lavoro e del proprio lavoro un viaggio”.

spot_img
RELATED ARTICLES
spot_img