28.3 C
Matera
sabato, Luglio 2, 2022
spot_img
HomeSpazio ImpreseUna crescita esponenziale verso l’eccellenza

Una crescita esponenziale verso l’eccellenza

MECA è un’azienda fondata da Nicola Cuccarese nel 1974 a Ferrandina (Val Basento) si occupava inizialmente di riparazione e manutenzione di motori elettrici, macchine e apparecchiature elettriche. L’esperienza e il know how accumulato in 40 anni, assieme alla ricerca e al costante sviluppo tecnologico ha portato Meca ad un’evoluzione aziendale che gli permette oggi di essere fra le prime aziende a livello nazionale nella produzione e vendita di trasformatori elettrici in olio per la distribuzione.

Nel 2014 Riccardo Cuccarese subentra nella gestione, e dopo alcuni anni avviene la svolta della sociètà attestata da una crescita esponenziale. Il fatturato triplica in 2 anni, da oltre 2 milioni di euro nel 2020 a 6 milioni nel 2021 e la proietta nel triennio successivo (fino al 2024) a oltre 50mln di euro, grazie a commesse già contrattualizzate. La conferma dell’ottimo lavoro svolto nelle scelte imprenditoriali degli ultimi anni, lo porteranno all’ampliamento dello stabilimento con l’inserimento di nuove linee produttive, più efficienti e ad alta innovazione tecnologica.

Quali sono stati i fattori critici di successo di questa ascesa?
Sicuramente il fattore chiave è il know how elevato di prodotto assieme ad una visione innovativa e green da parte del management con il supporto fondamentale delle maestranze aziendali che sono la carta vincente dell’impresa ed il rating aziendale elevato. Quest’ultimo maturato nei 40 anni di vita che garantiscono massima serietà del fornitore e quindi una linea privilegiata di credito nelle forniture. Gli altri fattori sono l’affidabilità e la sostenibilità di prodotto.

Quale è il mercato di riferimento dell’azienda?
Meca opera principalmente in Italia e nel mercato Europeo, in Francia, Romania, Spagna e Bulgaria attraverso i principali leader di mercato della distribuzione energetica, diventando uno dei fornitori principali di “E-distribuzione” per i trasformatori elettrici in olio per la distribuzione.

Come ha fatto fronte a questo incremento notevole nella domanda di trasformatori in olio?
Nonostante le dimensioni aziendali siamo riusciti a far crescere la nostra capacità produttiva iniziale di 5/6 trasformatori al mese fino ad arrivare a 140. Abbiamo riorganizzato le fasi produttive in modo snello, e grazie al supporto dei nostri fornitori di materie prime siamo riusciti a far fronte all’ascesa delle richieste di prodotto. Nel prossimo futuro con il nuovo impianto contiamo di arrivare a produrre 200 trasformatori al mese.

Si parla sempre più di sostenibilità sociale e aziendale qual è il punto di vista dell’azienda?
Meca è all’avanguardia sui temi della sostenibilità aziendale e impatto green, ha una grande attenzione ed è impegnata attivamente sui temi della salute e sicurezza sul lavoro tanto adottare un sistema integrato Qualità, Ambiente e Sicurezza certificato dalle norme UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO 14001, che attestano gli elevati standard raggiunti dall’azienda. Alcuni dei nostri trasformatori hanno la caratteristica distintiva legata alla sostenibilità, certificata attraverso la norma – Uni EN ISO 14067 che quantifica il CFP l’impronta climatica dei prodotti (Carbon footprint dei prodotti) che solo poche aziende di questo settore possiedono.

Quali sono le caratteristiche distintive dei prodotti?
L’affidabilità dei prodotti e la sostenibilità green sono gli asset vincenti della MECA, infatti siamo una delle poche realtà a produrre trasformatori in olio vegetale. I trasformatori in olio MECA sono ECODesign TIER2 cioè prodotti in conformità al Regolamento 548/2014 della Commissione Europea sulle perdite dei trasformatori. L’impatto green dei trasformatori è per noi un elemento distintivo nell’offerta mondiale dei trasformatori e il posizionamento sul mercato è ben chiaro ai nostri clienti e competitor. Il know how accumulato in 40 anni di storia nella manutenzione e riparazione di trasformatori ci ha permesso di conoscere tutti i punti di debolezza o le criticità del prodotto, gestirle e risolverle, portando oggi l’azienda a progettare e realizzare un prodotto eccellente e performante oltre che con un impatto ambientale sostenibile.

Quali saranno i passi futuri dell’azienda?
Il primo passo è quello dell’innovazione di processo nell’ottica Industria 4.0 con un nuovo impianto produttivo frutto di un investimento di oltre 2mln di euro avviato nel 2019, e che si concluderà nel 2022 con un nuovo stabilimento e nuovi macchinari. Questo investimento garantirà un aumento della capacità produttiva ma soprattutto un grande passo avanti nell’innovazione tecnologica aziendale La riorganizzazione inoltre riguarderà l’organico dell’azienda e le maestranze con un investimento in attività formative utile alla crescita del patrimonio umano che sono la spina dorsale dell’azienda. Contiamo di continuare la nostra crescita a doppia cifra, puntando ad essere il leader di mercato nella nostra fascia prodotto nei prossimi dieci anni con il sostegno dei nostri stakeholder. La sfida è lanciata!

Alessandro Martemucci

spot_img
RELATED ARTICLES
spot_img